mockup libri quaderni sid.jpg

QUADERNI SID

SUSTAINABLE INNOVATION DESIGN

Studi, Ricerche e Sperimentazioni sulla Sostenibilità ed Innovazione del Progetto

Aracne Editrice

La collana vuole costruire uno spazio fisico di divulgazione e disseminazione delle ricerche scientifiche, degli studi e delle esperienze di eccellenza, condotti attraverso processi di trasferimento della conoscenza e delle specializzazioni nel settore indicato della sostenibilità e dell’innovazione secondo le accezioni più contemporanee a livello nazionale ed internazionale, a cura di network di studiosi, progettisti e addetti. Promuovere la circolazione e il flusso delle informazioni di tutti coloro che lavorano su ricerche ad alto contenuto e valore di innovazione, trasferendole dal mondo della produzione accademica e dei centri di ricerca e degli hub innovativi, alla società, ai settori produttivi imprenditoriali, agli enti pubblici e privati e promuovendo cambiamento e avanzamento nei settori dello sviluppo sperimentale (piani, progetti, programmi, strategie) e della ricerca industriale (innovazione di processo e prodotto, prototipazione, casi pilota). I quaderni potranno riferire su studi, ricerche e azioni relative alla “prototipazione” di processi, progetti, prodotti in ambito territoriale e del paesaggio (serie rossa), architettonico e delle città (serie verde), delle tecnologie innovative e del design (serie blu), tali ambiti sperimentali diverranno i topics della collana, a cui ogni esperienza potrà riferirsi.
Lo scopo della collana è di posizionare casi replicabili di trasferimento tra ricerca scientifica e settori della produzione dello sviluppo e innovazione, illustrando metodologie, strumenti, prodotti di esperienze–prototipo che hanno riportato successo e riconoscimento per i risultati raggiunti. Attraverso la produzione e la circolazione dei quaderni, fornire strumenti consultabili da un pubblico interessato e per la divulgazione stessa delle esperienze condotte (atti di seminari, reporting di ricerca, processi di innovazione, prototipi, ricerche per enti pubblici e privati, ricerche di dottorato e di specializzazione, etc). Le proposte per la pubblicazione di numeri della collana possono provenire da autori del mondo accademico, extra accademico e della ricerca e innovazione in genere.

 

| DIRETTORE DELLA COLLANA

Consuelo Nava

| COMITATO SCIENTIFICO/REFEREE

Maurizio CartaAlberto De CapuaRaffaella FagnoniRoberto GiordanoRosario GiuffrèMaria Federica OttoneMosè RicciChiara RizziAlberto Ulisse

| COMITATO REDAZIONALE

Direttore: Giuseppe Mangano - Membri: Alessia Leuzzo, PMopenlab (graphic editing)

|Volumi pubblicati

Titolo: Knowledge vs Climate Change. Co-design e tecnologie abilitanti negli scenari di cambiamento climatico - vol. 3

A cura di: Giuseppe Mangano

Presentazione: Consuelo Nava

Periodo: settembre 2021

Abstract: Il volume dissemina i risultati dell’esperienza condotta nel periodo ott. 2019-dic. 2020 con il progetto “Knowledge Vs Climate Change – Comunità in transizione per la periferia sud di Reggio Calabria”, promosso dall’Ass. Pensando Meridiano in partenariato con il Centro ABITAlab del Dipartimento Architettura e Territorio dell’Università “Mediterranea” di Reggio Calabria e l’Ass. Reboot e vincitore della call “No Planet B - Fight Climate Change 2° ed.” di punto.Sud con Fondazione con il Sud e co-finanziata con l’iniziativa UE “There isn’t a Planet B!”–CSO-LA/2017/388-137. Il progetto ha adottato tattiche di capacity building per trasferire conoscenze e rafforzare le competenze di giovani su temi di ricerca, quali tecnologie per la sostenibilità urbana, resilienza, economia circolare e azioni per l’adattamento al climate change per le comunità insediate in periferia sud a Reggio Calabria, con particolare riferimento agli SDGs 11 e 13 di Agenda2030. La sperimentazione progettuale e di laboratorio urbano affronta il dibattito contemporaneo della capacità delle città di coinvolgere i cittadini nei processi rigenerativi, con scenari proiettati verso gli anni ’30 e ’50. I temi strategici dell’Agenda 2030 e le nuove metodologie progettuali e operative, condotte con le proposte di “codesign”, in termini di “impact design”, sono stati affrontati con apporti teorici e applicativi, attraverso il contributo dei percorsi sia formativi che progettuali della ricerca di frontiera. L’irrompere della pandemia COVID 19, durante le attività, ha consentito di ridisegnare alcune modalità del progetto e anche i confini tematici della ricerca, guardando al rapporto tra cambiamenti climatici, qualità dell’aria e stato dell’ambiente in relazione a particolari scenari di cambiamento socio-ambientali.

Titolo: Architettura morbida. Vita contemporanea tra nuovi spazi e tecnologie - vol. 2

A cura di: Dajla Riera

Presentazione: Maria Federica Ottone

Periodo: febbraio 2021

Abstract: Quali sono le strategie progettuali da adottare in un periodo di importanti cambiamenti sociali–climatici–politici? L’ambiente costruito è capace di adattarsi ai mutamenti continui della società (sempre più imprevedibili) continuando a soddisfare le esigenze dell’abitare contemporaneo? Quali azioni noi architetti/ricercatori, operanti nell’ambito dell’architettura e dell’edilizia, dobbiamo adottare per proporre un avanzamento della disciplina architettonica? Il volume vuole essere uno strumento di supporto per rispondere a queste domande. Con il termine “morbido” si descrive un processo che parte dalla qualità dei materiali, evoca nuovi tratti caratteriali, definisce strategie sociali e modelli di pensiero sistemico. Ha l’intento di innescare un nuovo approccio progettuale transdisciplinare e multi–scalare, adatto ad affrontare le complessità urbane contemporanee e le loro continue trasformazioni.

Titolo: Design Driven Innovation “Off-Shore” e “Off-Site”. Progetto di ricerca “S2 Home”, dal concept al prototipo - vol. 1

A cura di: Consuelo Nava

Prefazione: Antonino De Masi, Adolfo Santini

Periodo: febbraio 2021

Abstract: Il volume è il risultato dell’esperienza di ricerca condotta su commissione della De Masi Industrie Meccaniche da un team di professionisti provenienti dal mondo accedemico, dai centri di ricerca, dal settore professionale e dalle startup innovative. Studi e sperimentazioni per produrre «un modulo abitativo a doppia sicurezza sismica e ambientale», con riferimento alle specializzazioni della «fabbrica intelligente, dell’ambiente e dell’energia» e delle «tecnologie abilitanti e digitali per il manifatturiero avanzato». Un modello ingegnerizzato e sottoposto a testing e pre–prototipazione nei suoi componenti attraverso le fasi di manufacturing in laboratorio e fabbrica. Un modulo abitativo capace di insediarsi, in scenari di paesaggio energetico, attraverso il funzionamento di smart grid per distretti autosufficienti in contesti sensibili a livello climatico con attività di cantiere verde, veloce e off site. La produzione di “una casa fatta a macchina” ad alta qualità dell’abitare che va oltre la domanda di emergenza e si spinge sull’aggregazione di modelli urbani ed extraurbani “in transizione”. Il percorso di ricerca, nel trasferimento dallo sviluppo sperimentale a quello industriale dalla sua fase di concept a quello di prototipo/MVP, è stato verificato secondo il metodo TRL Horizon 2020, superando tutti i livelli di convalida industriale dei suoi risultati tecnico–scientifici.

|In uscita

Black frame

Coming soon

Titolo: Competenze trasversali per comunità in paesaggi verso la transizione ecologica: l’esperienza di un PCTO sui vettori di sostenibilità nella Città Metropolitana di Reggio Calabria - vol. 4

A cura di: Pietro Bova

Prefazione: C. Bocchio - Presidentessa AIGU

Periodo: marzo 2022

Abstract: Il volume nasce a seguito dell’esperienza di trasferimento di conoscenze, e di competenze, all’interno del Percorso per le Competenze Trasversali e l’orientamento (PCTO) dal titolo: “La sfida dell’Agenda 2030 per l’attuazione dello sviluppo sostenibile”. Tale proposta ha l’obiettivo di rendere fruibili le conoscenze e i risultati degli incontri laboratoriali – sui Sustainable Development Goal 9,11,12,13 – tramite la donazione dei volumi stampati a studenti e/o scuole calabresi. Il PCTO in questione, svoltosi nella Città Metropolitana di Reggio Calabria, è parte integrante del progetto "RCmetrocitizens in transition". " RCmetrocitizens in transition " è il progetto per l'Agenda Metropolitana per lo Sviluppo Sostenibile in attuazione della Strategia Nazionale e Regionale 2030 promosso dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, dalla Città Metropolitanadi Reggio Calabria (Settore 5 - Istruzione e formazione professionale) con partner scientifico il Centro Interuniversitario ABITALab dArTe dell'Università degli Studi "Mediterranea" di Reggio Calabria. Il PCTO, di 30 ore, ha coinvolto 4 Istituti Scolastici di Secondo Grado: L’Istituto d’Istruzione Superiore “E. Fermi” di Bagnara Calabra; il Liceo Scientifico "A. Volta" con sede a Reggio Calabria; L’Istituto d’Istruzione Superiore “F. Severi” di Gioia Tauro, l’Istituto Tecnico Statale per Geometri “A. Righi” di Reggio Calabria. L’Associazione Italiana Giovani per l’UNESCO (AIGU) propone questo volume come strumento di trasferimento ulteriore di conoscenze e di esperienze, all’interno del progetto EDU di AIGU: cofinanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dalla Banca d’Italia.

|Open call

Pubblicare un numero monografico, che può essere autoriale o curatela, prevede la sottomissione della proposta su call aperta (open call) alla direzione della collana. Dalla ricezione della proposta si attiva la timeline di produzione del numero. Sarà possibile su richiesta avere anche la “peer review” di esperti indicati dal comitato scientifico. Si prevede la pubblicazione di 2-4 quaderni all’anno.

Per inviare la proposta scrivi a: quadernisid@gmail.com